Protesi dentarie

Protesi fissa. E’ la branca dell’odontoiatria che si occupa di progettare e sostituire gli elementi dentali persi per carie, traumi o piorrea, attraverso manufatti protesici che vengono cementati definitivamente in bocca al paziente Distinguiamo:

  • Intarsi. Sostituiscono una porzione di un dente distrutto da carie o trauma. Possono essere realizzati in ceramica, composito o oro
  • Corona o capsula. Quando il dente è fortemente danneggiato o devitalizzato, al fine di garantire la sua perfetta funzionalità e protezione, si esegue una corona
  • Ponti. Sono manufatti protesici fisse, che sostituiscono elementi dentali mancanti appoggiandosi su alri denti definiti denti pilastro.
  • Impianti. Sono finte radici in titanio, le quali fanno da supporto per corone o ponti.

Protesi parzialmente rimovibili. E’ la branca dell’odontoiatria che si occupa di progettare e sostituire gli elementi dentali persi per carie, traumi o piorrea, attraverso manufatti protesici rimovibili, ovvero il paziente può rimuovere la protesi per pulirla e per effettuare l’igiene orale domiciliare.

Protesi parzialmente rimovibile o scheletrato. E’ un manufatto protesico in lega metallica stellite (cromo-cobalto) che sostituisce i denti mancanti, ancorandosi con appositi ganci o attacchi ai denti residui o agli impianti endo-ossei.

Protesi totale. E’ quella che permette la totale sostituzione della dentatura in un paziente che ne è completamente privo, di solito è associata all’uso di impianti per garantirne, in particolar modo nell’emiarcata inferiore una adeguata stabilità.